Miracolo a le havre. FilmUP

Miracolo a Le Havre (2011) di Aki Kaurismäki

Miracolo a le havre

Dai Franck alla ricerca dell'eldorado in Calamari Union fino ai Leningrad Cowboys che vanno e tornano dalla terra dei sogni. Naturalmente con tutti i nostri film assolutamente 100% legale, soda si tratta, non si dovrebbe avere paura degli avvertimenti. Spazzare via pregiudizi e regole sociali, leggi politiche e cattiveria gratuita. E come in quei capolavori, sotto la scorza comica c'è sempre un discorso di lotta di classe: qui i potenti sono messi al bando, oscurati, castigati e liquidati da una frase di un dottore che, per mentire e suggerire mezze verità - dice - basta fare come i ministri. Quali sono i riferimenti culturali - cinematografici, certo, ma non solo - del regista finlandese? Insieme ai nuovi colleghi Chris e Gwada, entrambi più esperti di lui, scopre rapidamente che esistono.

Nächster

Miracolo a Le Havre (DVD)

Miracolo a le havre

Marcel goes to great lengths to find out Idrissa's story, which leads to Marcel's further task of trying to get Idrissa to London, his original end destination. Un percorso amoroso e vitale, che acquista un senso culturale forte, e dunque inevitabilmente politico. Senza dimenticare i problemi sociali e privati malattia, morte, povertà, immigrazione lo spudorato ottimismo che imprime Kaurismäki al suo film è da considerarsi come un gesto di ribellione: in tempi tanto bui un po' di ottimismo almeno al cinema e nella fantasia è ossigeno. Tuttavia, il suo ottimismo non sembra cedere e il buon cuore degli abitanti del suo quartiere aiuterà non poco. André Wilms Marcel Marx Kati Outinen Arletty Jean-Pierre Darroussin Monet Blondin Miguel Idrissa Elina Salo Claire Evelyne Didi Yvette Nguyen Quoc Dung Chang François Monnié Commesso Roberto Piazza Little Bob Pierre Étaix Dottor Becker Curiosità e frasi celebri Tutte le curiosità su Miracolo a Le Havre e le frasi celebri: ecco le cose curiose che potrebbero esser sfuggite allo spettatore. Quale volto e ruolo assume il Vecchio Continente nelle pieghe del cinema del regista finlandese? Sono loro che immortalano gli sbarchi degli stranieri, loro che si arricchiscono delle immagini del viavai che hanno visto per una vita intera e che vedranno fino alla fine dei loro giorni.

Nächster

Le Havre (2011)

Miracolo a le havre

Marcel Marx, ex scrittore e noto bohémien, si è ritirato in una sorta di esilio volontario nella città portuale di Le Havre, dove sente di aver costruito un rapporto di maggiore vicinanza con la gente, che serve praticando l'onorevole ma poco redditizio mestiere del lustrascarpe. Una distanza completamente annullata dall'esperienza autoriale di Kaurismäki e di Jim Jarmusch, che sembrano protesi in un infinito dialogo a distanza tra pellicole. Marcel Marx, un ex scrittore rinomato e bohemien, volontariamente si trasferisce in esilio nella città portuale di Le Havre, dove la sua professione onorevole, ma non redditizia, di lustrascarpe, gli dona la sensazione di essere più vicino alla gente. Titolo originale Le Havre Data di uscita 25 Novembre 2011 Italia 8 Settembre 2011 Germania Genere , Anno Regia Attori , , , , , , , , , , , Paese Finlandia, Francia, Germania Durata 93 Min Distribuzione Bim Distribuzione Trama La trama di Miracolo a Le Havre 2011. Uno stile che mescola l'essenzialità di Bresson alla leggera ma profonda commozione chapliniana, eppur mai pedante, divertente, discreto, colto di riferimenti, ma unico al mondo, certamente tra i più inconfondibili del cinema contemporaneo. Scheda Marcel Marx è un uomo semplice, un ex-scrittore ritiratosi a Le Havre a fare il lustrascarpe insieme alla moglie Arletty.

Nächster

Le Havre (2011)

Miracolo a le havre

Impossibilitato da ciò, Marcel Marx si accontenta di pulire le scarpe, le cui impronte restano indelebili su territorio straniero e, nell'oggi, rischiano di restare unico lascito dell'altro agli occhi di autorità e potenti, incapaci di conoscere, arricchirsi, aprirsi all'unico nuovo che avanza capace di rendere il prossimo cittadino del mondo lo straniero, per l'appunto , piuttosto che conservare la vecchia corazza che li tiene arroccati nella loro vecchia dimora. Miracolo a Le Havre Categorie 30 Dicembre 2019 Venerdì 3 gennaio alle 21. Mentre vaga al porto di Le Havre, incontra un ragazzino africano che rischia di essere rispedito al suo paese. Quello in Francia è in realtà un ritorno: a Parigi nel 1992 fu infatti ambientato Vita da Bohème, tratto dalla celebre novella di Herny Murger. Speriamo che ora vi divertiate con più di 150. Ma loro, per lo meno, consapevolmente.

Nächster

Miracolo a Le Havre (2011)

Miracolo a le havre

A dock worker in Le Havre hears a human sound inside one of the containers in port, that container which left Gabon three weeks ago and which was supposed to arrive in London five days after its departure from Gabon, which didn't happen. Il protagonista, Marcel Marx, è un ex scrittore bohémien divenuto lustrascarpe, sposato con Arletty. A portare scompiglio nella sua vita è l'incontro con Idrissa, un giovanissimo rifugiato del Gabon ricercato dalla polizia di frontiera. Nel tentativo di penetrare la corazza di un autore fondamentale per il cinema europeo dell'ultimo trentennio. The first friendly face that boy, Idrissa, encounters is that of former artist now aged shoeshine Marcel Marx. Nel 1981, i due fratelli dirigono il film-documentario La sindrome del lago Saimaa, girato in riva al più grande lago della Finlandia a budget bassissimo.

Nächster

Cast completo del film Miracolo a Le Havre

Miracolo a le havre

Inizia a lavorare come critico critico cinematografico e, con il fratello Mika, fonda il Midnight Sun Film Festival di Sodankylä e la società di distribuzione Ville Alpha chiamata così dal film Alphaville di Jean-Luc Godard per poter girare i film che hanno in testa. Nel contempo il protagonista deve affrontare il ricovero della moglie, colpita da una malattia giudicata incurabile dai medici. Ogni atto di gentilezza e rispetto può davvero causare miracoli «Miracolo è la parola giusta da usare, per sintetizzare lo straordinario equilibrio tra intenzioni e realizzazioni, tra semplicità della messa in scena e poesia della recitazione e dei dialoghi» — Il Corriere della Sera «Riso e commozione sono da sempre colori presenti nella tavolozza di questo magnifico pittore di cinema, ma di rado capita di vederli così ben distribuiti sulla tela dello schermo» — La Repubblica «Le Havre è nato da questa disposizione d'animo, dalla scelta di affrontare un tema serio e grave come l'immigrazione, con la doppia lente della favola ironica e della passione cinefila» — La StampaMarcel Marx, ex scrittore e noto bohémien, si è ritirato in una sorta di esilio volontario nella città portuale di Le Havre, dove sente di aver costruito un rapporto di maggiore vicinanza con la gente, che serve praticando l'onorevole ma poco redditizio mestiere del lustrascarpe. Quale storie lo interesseranno maggiormente, e perché? E in prospettiva quali sono le utopie, se esistono ancora, rintracciabili nel suo sguardo prospettico? Meriterebbero di essere scolpiti i volti incuriositi che stanno per raggiungere la terraferma, quelli spaesati che muovono i passi su un suolo sconosciuto o visitato abitualmente, quelli malinconici, delusi o sollevati che tornano a casa. I biglietti possono essere acquistati in prevendita alla cassa di Spazio Oberdan da una settimana prima dell'evento, nei giorni e negli orari di apertura della biglietteria. Non accade spesso che il cinema europeo affronti il tema della sempre più grave crisi economica, politica e soprattutto morale che ha portato alla questione irrisolta dei profughi, dice il regista che, non avendo soluzioni da proporre, dona all'attuale problema il suo stile.

Nächster

Miracolo a Le Havre (2011) di Aki Kaurismäki

Miracolo a le havre

Il finale si preoccuperà poi di illuminare il concetto, con uno splendido e improbabile ciliegio in fiore: un altro mondo è possibile o ci vorrebbe davvero un miracolo perché una storia come quella di Idrissa accadesse nella realtà? The natural flowing of this simple movie, where no excesses are to be noticed ,may make one judge it as a weird movie, where something actually happens, but does seem to affect the lives of the characters. E in che modo questa comunione d'amorosi sensi prende corpo sullo schermo? Le Charlie's Angels hanno sempre messo a disposizione le loro abilità di investigazione e di security e ora l'agenzia Townsend si sta espandendo a livello internazionale con le donne più intelligent. Il suo sguardo sul mondo proletario e. Il mestiere del protagonista del suo film, quello di lustrascarpe, esplica mirabilmente l'idea che Aki Kaurismäki ha della società e del cinema. I due anziani coniugi conducono una vita dimessa in un quartiere povero di Le Havre. Un piccolo film per un grande concorso, qui al 64.

Nächster

Miracolo a Le Havre (DVD)

Miracolo a le havre

Anche l'incontro con uno dei più importanti autori europei degli ultimi decenni volge al termine. Abbiamo raccolto da molte fonti legali di film di alta qualità, limonate, che in realtà hanno a guardare qualsiasi sito Web su Internet per guidare film veramente buono. Ciò che sembra impossibile fino a poco tempo fa è ora auspicabile da fonti ufficiali. Quasi cinquantenne, Sandro è ancora il capo degli Apache, il gruppo di ultras del Napoli con cui ha passato tutta la vita allo stadio. E c'è chi c'era e resterà a Le Havre. Indeed, this is a simple movie, with no plot twists, no complications, but here does it lie its magic. È il secondo film di Kaurismaki in francese dopo Vita da bohème del 1992.

Nächster